Kinder +Sport
Trofeo delle Regioni 2012 - KINDERIADI 2012 - 3/8 luglio
Tutte le news delle gare

IV Gior.: VENETO - PIEMONTE 1-2 - Il Veneto cade nella "finalina" per il terzo posto

VENETO - PIEMONTE 1–2 (21-18; 17-21; 20-21)
 
VENETO: Galazzo 3, Dalla Rosa 3, Silotto 7, Pamio 9, De Bortoli 7, Cesario Greggio 7, Benin (L), Maggiolo, Semenzato, Fanziolo, Venturini 1. Ne: Comunello. All: Michele Minotto.

PIEMONTE: Olmo, Fiorio 10, Grotteria 6, Schirò 8, Antonione 10, Bocchino 5, Morra (L), Ivaldi, Cantini, Gorgerino, Prelato 3. Ne: Camperi. All: Massimo Moglio.
 
CLICCA QUI PER IL TABELLINO DELLA GARA

ARBITRI: Francesco Elia Guacci di Pisa e Francesco Di Rienzo di Salerno.
 
MIGLIOR REALIZZATORE: Cristina Fiorio e Giorgiana Antonione (10. punti).
 
MONTEGROTTO – Di sicuro entrambe avrebbero preferito passare un sabato sera sulla linea di quello vissuto dodici mesi fa, teso e concentrato sulla finale; ma in mattinata Veneto e Piemonte, ovvero le finaliste del Trofeo delle Regioni – Kinderiadi 2011, non hanno superato lo scoglio della semifinale. Resta la finale per il terzo e quarto posto, ed entrambe non lesinano impegno ed emozioni. Sul gradino basso del podio ci va il Piemonte, al termine di una gara strana nel suo andamento: primi due parziali netti non nel punteggio ma nello svolgimento, e un terzo che è stato al limite del drammatico.
 
I SET – La partenza del Veneto è fulminante, e sul turno in battuta iniziale di Galazzo, le padrone di casa costruiscono la vittoria della prima frazione: 7-0 subito, per un cuscino imbottito a sufficienza per attutire la reazione d'orgoglio piemontese, palesata in una crescita esponenziale della difesa e dell'attacco con l'andare della gara, ma anche frustrata dall'ingenuità nella gestione di alcune situazioni favorevoli. Le campionesse uscenti, però, ci sono, ricuciono fino al -1 (18-17), ma alla fine devono arrendersi 21-18 sul pallonetto in primo tempo di Silotto.
 
II SET – Si invertono i campi e con loro i ruoli. Le ragazze di Moglio fuggono 0-4 sospinte dall'intesa Ivaldi – Schirò, il Veneto risale fino al -1, ma poi si inceppa sprofondando ad un 6-14 premessa del terzo set. Pamio è l'unica a trovare soluzioni offensive, mentre dall'altra parte della rete è l'apporto di Fiorio e della neo entrata Prelato a rendersi decisivo. Perchè il Piemonte il passaggio a vuoto ce l'ha, frutta alle venete il 12-15, ma si esaurisce lì, permettendo a Schirò di mettere giù il 17-21 che spalanca le porte del tie break.
 
III SET – L'equilibrio che non c'era stato all'uscita dai blocchi dei primi due parziali si presenta in avvio di terza partita. Ci si gioca tutto punto a punto, ed ogni palla è una battaglia: il primo strappo lo fanno le ospiti, che trovano nel muro dell'onnipresente Schirò il 6-8 che spinge Minotto a chiedere un time out. Il contro-break è dietro l'angolo; lo firmano Galazzo dai 9 metri e Dalla Rosa, per un finale tutto da vivere a partire dal doppio muro di Silotto sinonimo di 16-13. Moglio gioca la carta Bocchino in battuta ma non coi risultati sperati, Schirò mette alla frusta muro e ricezione veneta, e sul 19-18 arrivano gli ultimi fuochi d'artificio; Dalla Rosa piazza il punto dei 3 match ball: il muro di Antonione brucia i primi due, e al "golden point" è il block out di Cristina Fiorio a regalare al Piemonte la medaglia di bronzo.
 
Michele Minotto: Guardando come si è evoluto il torneo, penso che il bilancio del Veneto sia comunque positivo. Siamo partiti con l'ambizione di giocarci i primi posti, abbiamo centrato l'obiettivo di entrare nelle prime quattro. La semifinale con la Lombardia è stata a senso unico; contro il Piemonte è stata una sfida sul filo del rasoio. Non posso dire niente alle ragazze, si sono impegnate al massimo. Un voto alla squadra? 10 a tutte, sono state splendide.
Clicca qui per il video dell'intervista all'allenatore del Veneto.
 
Alice Pamio: Abbiamo combattuto fino alla fine, ma non è bastato. Si vede che la loro grinta è stata maggiore della nostra. Peccato, perchè ce l'abbiamo messa tutta. Anche dopo la sconfitta con la Lombardia non ci siamo disperate e ci siamo giocate il terzo posto. Il ricordo più bello? Sicuramente la squadra, il gruppo, perchè ci siamo affezionate tantissimo; e poi le emozioni vissute in campo.
Clicca qui per il video dell'intervista ad Alice
 
Massimo Moglio: E' stato un Trofeo molto importante, perché le ragazze hanno fatto un cammino in continua crescita. Soprattutto sono riuscite a tirare fuori il meglio nelle ultime partite. La mancanza d'esprienza ad alti livelli ci ha un po' condizionato, ma sono soddisfatto sia per l'utilizzo di tutte le atlete, sia per l'impegno messo in campo.
Clicca qui per il video dell'intervista all'allenatore del Piemonte.
 
Cristina Fiorio: Siamo soddisfatte, anche se puntavamo al primo posto. La sconfitta con la Toscana in mattinata l'abbiamo vissuta male, ma ora siamo contente comunque per il terzo posto. Contro il Veneto abbiamo lottato e quello che conta è aver portato a casa il podio. Ora faremo il tifo per i nostri colleghi maschi.
Clicca qui per il video dell'intervista a Cristina e le ragazze del Piemonte.